La Marcatura CE per le Quasi-Macchine

Introduzione

La marcatura CE è un requisito fondamentale per garantire che i macchinari venduti nell’Unione Europea rispettino standard di sicurezza, salute e protezione ambientale. Tuttavia, quando si parla di quasi-macchine, la questione della marcatura CE può diventare complessa. Questo articolo esplorerà in dettaglio se le quasi-macchine devono essere marcate CE, fornendo una guida completa e consigli pratici secondo la Direttiva 2006/42/CE.

Cosa Sono le Quasi-Macchine?

Le quasi-macchine sono insiemi di componenti che, da soli, non possono svolgere una funzione definita. Sono progettate per essere incorporate o assemblate con altre macchine o quasi-macchine per formare una macchina completa, in grado di funzionare in modo autonomo. Esempi comuni includono sistemi di trasporto, meccanismi di sollevamento e parti di impianti industriali.

Definizione di macchina

In sintesi può essere definito “macchina” un insieme di parti e/o componenti in cui almeno uno di essi è mobile (con un’azione diretta diversa dalla forza umana, animale o di altro tipo), capace di compiere una determinata funzione automatica o semi-automatica come ad esempio sollevare pesi e trasportare del materiale.

La Direttiva 2006/42/CE

La Direttiva 2006/42/CE, conosciuta anche come Direttiva Macchine, stabilisce i requisiti essenziali di sicurezza e salute per le macchine e le quasi-macchine. Secondo questa direttiva, le quasi-macchine non devono essere marcate CE fino a quando non vengono incorporate in una macchina completa.

Dichiarazione di incorporazione

Anche se le quasi-macchine non richiedono la marcatura CE, devono essere accompagnate da una Dichiarazione di Incorporazione. Questo documento attesta che la quasi-macchina soddisfa i requisiti essenziali di sicurezza e salute applicabili. Deve inoltre contenere un manuale di istruzioni che specifica le condizioni per l’incorporazione sicura nella macchina finale.

cobot che lavorano su insalata

Le macchine e le quasi-macchine sono soggette alle stesse direttive e norme tecniche, ma i requisiti e gli adempimenti che il costruttore deve rispettare variano significativamente tra le due categorie.

Valutazione dei rischi

La fase di valutazione dei rischi è fondamentale per entrambi i tipi di prodotti. Questo processo serve a identificare i rischi specifici che il fabbricante deve mitigare per garantire la sicurezza e la salute degli utenti. Questa fase è identica per macchine e quasi-macchine, assicurando che tutte le potenziali minacce siano adeguatamente gestite.

Iter Certificativo di Conformità

La differenza principale tra macchine e quasi-macchine emerge nell’iter certificativo di conformità ai requisiti di sicurezza:

  • Macchine: Per le macchine, il fabbricante deve completare il processo di certificazione CE, che culmina con l’apposizione della targhetta di marcatura CE. Questo indica che la macchina è conforme a tutte le normative europee pertinenti.
  • Quasi-Macchine: Le quasi-macchine, invece, richiedono un’analisi approfondita dei requisiti essenziali di sicurezza pertinenti. Il fabbricante deve redigere una documentazione specifica, conosciuta come Dichiarazione di Incorporazione, che dettaglia i requisiti di sicurezza soddisfatti e fornisce istruzioni per l’incorporazione sicura nella macchina finale.

Documentazione e Conformità

Mentre le macchine devono avere una targhetta di marcatura CE come prova di conformità, le quasi-macchine devono essere accompagnate da una documentazione tecnica esaustiva. Questa documentazione include:

  • Dichiarazione di Incorporazione: Certifica che la quasi-macchina rispetta i requisiti di sicurezza essenziali applicabili.
  • Manuale di Istruzioni: Fornisce dettagli specifici per l’assemblaggio e l’incorporazione sicura nella macchina finale.

Obblighi del costruttore

Il costruttore della quasi-macchina deve:

  1. Preparare la documentazione tecnica necessaria.
  2. Redigere la Dichiarazione di Incorporazione.
  3. Fornire istruzioni di montaggio chiare e dettagliate.

Incorporazione sicura delle quasi-macchine

Quando una quasi-macchina viene incorporata in una macchina completa, l’intero assemblaggio deve essere sottoposto a una valutazione della conformità. Solo dopo che la macchina finale ha soddisfatto tutti i requisiti della Direttiva Macchine, può essere marcata CE e immessa sul mercato.

Conclusioni

In sintesi, le quasi-macchine non devono essere marcate CE autonomamente. Tuttavia, devono essere accompagnate da una Dichiarazione di Incorporazione e rispettare i requisiti di sicurezza specificati dalla Direttiva 2006/42/CE. È responsabilità del costruttore assicurare che tutte le informazioni e la documentazione siano corrette e complete per garantire un’integrazione sicura nella macchina finale.

Consigli utili

  • Consultare Esperti: Affidarsi a consulenti tecnici specializzati in Marcatura CE può semplificare il processo di conformità. LAS ti suggerisce GT Engineering
  • Documentazione Completa: Assicurarsi che la documentazione tecnica sia accurata e aggiornata.
  • Formazione del Personale: Formare il personale coinvolto nel montaggio e nella messa in servizio delle quasi-macchine è fondamentale per garantire la sicurezza.

Seguendo queste linee guida, le aziende possono garantire che le loro quasi-macchine siano conformi alle normative e pronte per essere integrate in macchine complete e sicure.

Per approfondimenti