L’azienda inglese Mechan Controls è presente sul mercato dal 1972.  E’ specializzata nella produzione di interruttori di sicurezza non a contatto, interblocchi meccanici, barriere fotoelettriche e moduli di controllo di sicurezza.

Opera in tutto il mondo ed è in grado di fornire prodotti riconosciuti per l’elevata qualità. Sicurezza per la protezione uomo-macchina affidabili, economici e adatti agli ambienti più difficili ed esigenti del settore.
Oggi Mechan Controls continua a investire nello sviluppo di nuovi prodotti per rimanere in prima linea nell’innovazione dei prodotti di sicurezza.

In qualità di partner ufficiale e autorizzato per il mercato italiano LAS A&S Srl può offrirti:

Barriere fotoelettriche

Le serie di barriere fotoelettriche MLG sono dispositivi di protezione per macchine a raggi infrarossi, progettati per proteggere gli operatori che lavorano vicino a macchinari pericolosi. Sono adatti per l’uso in installazioni SIL3 IEC EN 61508:2010, EN 62061:2005 e PL-e ISO 13849-1:2015.

Il sistema di barriere luminose MLG è stato certificato indipendentemente secondo la norma EN 61496-1:2013. Quando installato correttamente su una macchina idonea, il sistema rileverà una persona (o parte di una persona) che entra in un’area pericolosa vicino alla macchina e farà cessare il movimento pericoloso prima che tale persona possa raggiungere una posizione in cui potrebbe verificarsi un’infortunio.

Le barriere fotoelettriche e le griglie della serie MLG utilizzano tecnologia infrarossa. Una cortina di luce infrarossa viene proiettata attraverso l’area pericolosa. L’intrusione in questa cortina da parte di una persona, o parte di una persona, verrà rilevata dal sistema. Ciò causerà la generazione di segnali di uscita di sicurezza che fermeranno il movimento pericoloso della macchina. I sistemi MLG sono completamente autosufficienti e soddisfano i requisiti mondiali per i dispositivi di protezione utilizzati su macchine industriali.

  • Tipo 4, uscite OSSD con automonitoraggio, certificate SIL3 PL-e, Approvate CE, TÜV, UL.
  • Protezione dito (14 mm), mano (30 mm), corpo (70 mm) e multifascio
  • 15 metri di distanza operativa
  • Altezza di protezione da 200 mm a 1800 mm
  • Robusta custodia in metallo IP65
  • Display a matrice di punti unico

Sensori magnetici di sicurezza non a contatto

Vasta e completa gamma dai differenti ingombri meccanici, differenti custodie (ABS o acciaio inox) e dalle differenti tecnologie per applicazioni in molteplici settori. Sensori magnetici, codificati magnetici, RFID a bassa codifica, RFID ad alta codifica e sensori con uscite OSSD.

Sensori magnetici di sicurezza non a contatto in acciaio INOX

Mechan ha sviluppato magnasafe MS8-HY e MS6-HY, la nuova generazione di sensori magnetici di sicurezza igienici senza contatto. Questi sensori di sicurezza sono realizzati in robusto INOX 316 RA0.4 progettato secondo le linee guida EHEDG (European Hygienic Engineering and Design Group). ciò significa che possono essere utilizzati in quasi tutti gli ambienti ed essere sottoposti a livelli elevati di pulizia a seguito di contaminazione da particelle estranee. Possono resistere difatti ai processi di pulizia cip e sip tipici dell’industria alimentare.

Sia l’interruttore che l’attuatore sono completamente sigillati secondo IP67 e IP69K, adatti all’uso in ambienti umidi o polverosi. sono facili da installare e con ampie tolleranze al disallineamento. con una corretta installazione, questi sensori di sicurezza sono conformi alle linee guida fornite in EN14119.

MS8-HY e l’MS6-HY sono progettati per funzionare anche con relè di sicurezza a bassa corrente di ingresso, fornendo un metodo economico di commutazione per i circuiti a doppio canale.

Serie RSS con tecnologia RFID

Facili da installare e con ottima tolleranza al disallineamento.
Codificati individualmente per applicazioni ad alta sicurezza, sono progettati per funzionare con qualsiasi modulo di sicurezza sul mercato. Svariati modelli (dai differenti ingombri meccanici) classificati fino a IP69K per l’utilizzo in ambienti gravosi.
Disponibili in ABS o acciaio AISI 316, resistono alle vibrazioni e al lavaggio e sono ideali per l’utilizzo nell’industria alimentare. LED di diagnostica, versioni a cavo o connettore.

Serie O-Type con uscite OSSD

L’ultima generazione di sensori di sicurezza non a contatto, le uscite OSSD permettono di collegare fino a 30 sensori in serie mantenendo un livello di sicurezza PL-e. Disponibili due opzioni di codifica: magnetica e RFID ad alta codifica. Si può effettuare il monitoraggio del dispositivo esterno (EDM) senza la necessità di un controllore di sicurezza (pur mantenendo il massimo livello di sicurezza funzionale).

Interruttori di sicurezza a fune – Safeline SL4

Progettato per essere montato su macchinari e sezioni di nastri trasportatori che non possono essere protetti con protezioni fisiche.

L’arresto di emergenza può essere attivato da qualsiasi punto lungo la lunghezza della fune installata, fornendo una robusta funzione di arresto di emergenza mediante tiro della fune per nastri trasportatori o macchinari esposti. Questo interruttore è realizzato in acciaio INOX 316 ed è adatto per applicazioni esterne dove sono richiesti requisiti igienici e altre situazioni in cui è necessaria una certa resistenza alla corrosione.

L’SL4 ha un collegamento meccanico positivo tra i contatti dell’interruttore e il meccanismo della fune metallica come previsto dalla norma IEC60947-5-1.
L’interruttore SL4 viene portato in condizione operativa pre-tensionando la fune e utilizzando un dispositivo di tensionamento/aggraffatura che blocca la fune e poi si aggancia agli occhielli dell’interruttore.

La corretta tensione può essere osservata controllando gli indicatori di tensione su entrambi i lati dell’housing tensionato, i blocchi di contatto dell’interruttore possono essere impostati in condizione operativa (contatti di sicurezza chiusi, contatti ausiliari aperti) ruotando l’interruttore blu nella posizione “run”; a questo punto, la macchina/relè di sicurezza è pronta per funzionare.
Il dispositivo dispone di contatti di sicurezza normalmente chiusi e contatti ausiliari normalmente aperti che commutano alla pressione del pulsante di emergenza, se la fune viene tirata o in caso di rottura di quest’ultima (perdita di tensione).
Una volta commutati i contatti l’SL4 è meccanicamente bloccato e può quindi essere riportato in condizione operativa solo ruotando l’interruttore di ripristino blu nella posizione “run”, come richiesto dalla norma ISO13850 (precedentemente EN418).

PROTEZIONE IP67

SICUREZZA FINO A SIL 3 / PL E / CAT 4