Interblocchi a rilascio
chiave forzato

Fortress Safety progetta e produce sistemi di sicurezza custom, proteggendo la produttività dei macchinari e le vite degli operatori in luoghi di lavoro pericolosi. Perché gli interblocchi? L’interblocco è un dispositivo utilizzato per controllare due o più operazioni interdipendenti che devono avvenire in una sequenza predeterminata, se necessario controllate a distanza o con un ritardo temporale (EN ISO 14119).

Cos'è un interblocco a rilascio chiave forzato ?

La serie Osbourn, grazie a dispositivi di interblocco a rilascio chiave forzato, garantisce l’anti-intrappolamento degli operatori all’interno di un’area pericolosa in cui è richiesto l’accesso con tutto il corpo. I dispositivi di questa serie sono stati progettati per aggiungere un livello di sicurezza, ideali per applicazioni di retrofit. Vengono difatti utilizzati in combinazione con elettroserrature pre-esistenti, barriere fotoelettriche, interblocchi di costruttori terzi, per impedire il ripristino o il riavvio imprevisto della macchina finchè l’operatore sarà in area pericolosa e avrà con sè la chiave di anti-intrappolamento. Essendo componenti totalmente meccanici, completi di piastre di montaggio integrate, possono essere facilmente adattati senza necessità di cablaggio o programmazione.

A destra un dispositivo IBL: Vengono utilizzati per impedire meccanicamente la chiusura della protezione, evitando che i contatti di sicurezza dell'interblocco si chiudano mentre gli operatori si trovano all'interno dell'area protetta.

Perchè scegliere Osbourn

Compatibili con un'ampia gamma di interblocchi su protezioni scorrevoli (IBL-S) o incernierate (IBL-H), così come con barriere fotoelettriche (PBL), i dispositivi Osbourn sono dotati di piastre di montaggio integrate per una semplice installazione. Senza necessità di cablaggio, le soluzioni Osbourn sono progettate per essere facilmente installate su sistemi che non offrono già una funzione di inibizione proattiva.

I dispositivi della gamma Osbourn sono forniti con chiavi personali, proteggendo gli operatori che lavorano all'interno dell'area protetta dall'intrappolamento e prevenendo il riavvio della macchina.

✅ Piastre di montaggio integrate per un'installazione semplice ed efficiente
✅ Chiavi personali come funzioni di inibizione proattiva
✅ Possibilità fino a 200.000 codifiche
✅ Possibilità di applicare lucchetti per ulteriore sicurezza del personale nell'area
✅ Costruzione in acciaio inossidabile per l'uso in una vasta gamma di ambienti
✅ Diverse orientamenti disponibili per soddisfare applicazioni personalizzate

A sinistra un dispositivo PBL: La rotazione di una piastra di bloccaggio interrompe il fascio della barriera fotoelettrica. Il modello PBL è disponibile in varie configurazioni per supportare l'installazione su barriere fotoelettriche di diverse marche.

Scarica la scheda tecnica

State cercando di configurare una soluzione dalla gamma Osbourn ? 

Immergiti con la realtà virtuale e scopri come funziona Osbourn

Guarda il video

Differenza tra IBL e PBL ?

Per maggiori informazioni su Osbourn